BALLERINA IMMORTALE

E lei ballava tutta da sola
verso la luce.
Con lacrime che bruciavano
dava il suo addio al cieco,
che non aveva mai saputo,
quanto profondo fosse il suo amore.

Ballava quell’angelo, ballava
con le lacrime negli occhi:
lacrime di dolore, lacrime di speranza
per sfuggire a quegli anni,
piangendo lavava via le sue paure,
ballando per lui in eterno.

Ballava per esorcizzare la delusione
ricordando il suo ballo
nell'altra dimensione.

© Diana Mistera 2009






Commenti

Post popolari in questo blog

GIANLUCA GIUSTI: NON SONO FERMO, MI MUOVO. MONTECATINI TERME UNA STORIA NELLA STORIA

SEGNALAZIONE - JESSICA VERZELLETTI- LUCIFER E I CAVALIERI DELLA LUCE.

LUCCA COMICS, GIORGIA STAIANO, IL MALE DEGLI AVI