Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2013

PERSA...

Immagine
Trattengo il respiro e le lacrime

mentre il cuore esplode
e l'anima implode
non riesco a placare
questo bisogno che ho di te.
Tu il mio limite invalicabile.
Noi
come Apollo e Diana
che solo con gli eclissi possono amarsi
toccarsi e baciarsi
viaviamo in questo perpetuo cercarsi
incontrarsi, per perdersi e ritrovarsi. ©Diana Mistera 28.2.2013

SENZA TITOLO - momentaneamente-

Immagine
Con il cuore ad un bivio
la mia strada ho intrecciato alla tua
per l'ennesima volta.
Ti seguo nei tuoi mille labirinti
amandoti in silenzio
ubriacandomi di assenzio.

Libera fu la mia scelta
di seguire il destino
che si accostó facendomi occhiolino
in quella notte di inizio inverno.

Ti guardo ipnotizzata
mi sento smarrita
mi arrendo all'evidenza
che non posso vivere solo della tua essenza
ricordando ieri
agonizzando oggi
aspettando domani.


© Diana Mistera 23.2.2013


IN THE PLEASURE GROOVE: LOVE, DEATH AND DURAN DURAN - John Taylor-

Immagine
Recensione Diana Mistera


I Duran Duran sono stati il simbolo dei giovani della mia epoca, quindi appena ho scoperto che John Taylor aveva scritto una propria biografia, l'ho subito desiderata.
Perché John Taylor e non Andy Taylor, che l'ha scritta prima di lui?
Semplicemente perché insieme ai poster di Marian Gold, nel muro della mia cameretta erano quelli di John; perché mi presentai dalla parrucchiera all'etá di 15 anni con la foto di John chiedendo di farmi la stessa accocciatura; perché alle varie fiere cercavo meticolosamente i braccialetti di gomma neri perché li aveva lui al braccio; perché fra tutti i Duran Duran era quello che mi piaceva.

Insieme ai dischi degli Alphaville, quelli dei Duran erano i piú ascoltati; dapprima nel vecchio giradischi anni '70 di mio padre, poi nello stereo piú moderno in camera mia.

Ricordo di essere stata la prima ad indossare la maglietta dei Duran Duran nel piccolo paesino toscano in cui vivevo, la prima ad indossare chif…