venerdì 29 dicembre 2017

LE GEMMME DELL'EUBALE- ARTEMISIA- Cristiana Meneghin- Recensione

Ciao a tutti!
Come avete passato il Natale e come vi state preparando al Nuovo Anno?
Io ho avuto con la famiglia una piccola crociera dove abbiao toccato Tallin in Estonia e Stoccolma.
Di Tallin mi sono innamorata e contiamo di tornarci presto. A Stoccolma ho dovuto di nuovo saltare la visita a causa di un malessere mio generale. Prima o poi la vedró questa cittá.

Di ritorno, e dopo che i mal di mare si é finalmente annullato, mi sono dedicata alla lettura e ho finito, appunto, LE GEMME DELL'EUBALE- ARTEMISIA- di Cristiana Meneghin, secondo capitolo della saga delle Gemme dell'Eubale, il primo capitolo Ananke , l'ho recensito solo su Amazon.

Aspettavo questo secondo capitolo perché il primo mi aveva lasciato una forte curiositá, e quando finalmente é uscito l'ho iniziato subito.

Ho partecipato con il mio blog ad una tappa del blogtour e potete leggerla QUI.

Come per ANANKE, anche ARTEMISA é stato pubblicato con la casa editrice Lettere Animate.

Scopriamo la trama: 

Dal loro primo incontro la vita non ha più seguito il suo regolare cammino. Dopo i primi burrascosi battibecchi, Arhon e Ambra sono stati travolti dalla forza del loro amore. Una forza capace di tutto, per cui si può rinunciare a qualunque cosa e arrivare persino a sacrificare la vita stessa.Arhon ha capito di poter provare sentimenti, di amare Ambra e per lei compirà il più grande sacrificio che un essere umano possa compiere. Ambra ha imparato ad accettare Arhon con tutti i suoi difetti e si impegnerà con tutta se stessa nel tentativo di riaverlo per sé.


RECENSIONE

Ho aspettato questo seguito, anche perché ero molto curiosa di sapere cosa aveva in serbo per noi Cristiana e non mi ha delusa.
Il testo scorre bene, e la storia é un susseguirsi di colpi di scena che rende la lettura accattivante. I favolosi Shen si conoscono meglio e ribadisco il mio assoluto amore per Pathos.
Ambra e Ahron dovranno affrontare tante prove per difendere e ricordare il loro amore. Sia i protagonisti,Ambra ed Ahron,ma anche Ithean e Diamante, che gli antagonisti Isabel e Seth, sono ben costruiti, sono davvero riuscita ad odiare fino al midollo Isabel.
La narrazione , come per il primo, avviene in prima persona, i dialoghi sono fluenti e schietti, affatto scontati, e danno un buon ritmo alla lettura.
Anche le scene erotiche, sono inserite al momento giusto nella trama.
La storia é piena di colpi di scena e nel momeno in cui pensi che le cose andranno in un certo modo, il tutto si ribalta, motivo per cui, per me é stato davvero difficile interrompere la lettura una volta iniziata; ma per scrivere questa recensione ho dovuto farlo. :)
La musica gioca un ruolo importante nella narrazione e questo mi ha fatto molto piacere.
Il finale é aperto...non so se Cristiana intende fare un terzo capitolo, ma anche se decidesse di non farlo, il lettore puó immaginarselo e rimanere comunque soddisfatto.

Complimeni davvero.

Dove potete trovare Artemisia? Ovviamente QUI





Vi auguro un buon 2018, pieno di bei libri da leggere!
Alla prossima!


giovedì 21 dicembre 2017

ILENIA LEONARDINI - ANTONIO & ANNA UN AMORE INFINITO -BLOGTOUR

Ciao a tutti,
eccomi di nuovo a voi. Sono ferlice di ospitare nel mio blog questo blog tour dedicato al nuovo libro di Ilenia Leonardini, ANTONIO & ANNA- Un amore infinito-



Chi é Ilenia? Io l'ho conosciuta grazie a Facebook, e sono davvero contenta di ospitarla qui con la sua nuova creatura. 
Ilenia nasce a La Spezia nel 1977 è figlia unica e vive con sua madre nella piccola provincia di Luni Mare. Ama molto il cinema e la musica soprattutto le produzioni straniere. 
Per Ilenia, la scrittura é creativa e terapeutica e l'ha aiutata molto in tutti i momenti di difficoltá che ha dovuto affrontare. 
Ha pubblicato il 20/12/2013 il suo primo romanzo della trilogia chiamata: Hurricanes & Sun con Irda Edizioni, 
Giugno del 2014 pubblica la continuazione: Dark side … of the sun.
Dicembre 2014 esce con una raccolta di “Storielle e Favole”
Aprile 2015 esce il terzo “capitolo” di questa prima trilogia Noir/Thriller.
Il 27 novembre 2015  pubblica con Società Editrice Montecovello: I mondi fantastici dell’anima
11 dicembre 2015, con Irda Edizioni: Tra mito e realtà, Dei reincarnati.
27 maggio 2016 esce il suo primo libro in self: Amanti … dell’universo. Presto disponibile anche in cartaceo, pubblicato e distribuito con Youcanprint.
Dicembre 2016 esce un nuovo libro in self: Il mistero dello Scettro Quetzal.
Ilenia ha fatto due presentazioni: Una il 4 ottobre 2014 presso la sala consiliare del Comune di Ortonovo, la seconda il 17 dicembre 2014 presso il centro Dialma Ruggero a La Spezia, dove ha avuto un articolo nella Nazione, sulle notizie culturali, firmato da Marco Magi.

Conosciamo Ilenia ed il suo nuovo libro con questa intervista che le ho fatto per il blogtour:
Intervista a Ilenia Leonardini, per ANTONIO ED ANNA, UN AMORE INFINITO

  • Ciao Ilenia, sono felice di ospitarti di nuovo nel mio blog per l'uscita del tuo nuovo romanzo ANTONIO & ANNA, UN AMORE INFINITO. Che ne dici di spiegare ai lettori come nasce questa idea?
L'idea nasce principalmente dalla promessa fatta a mio padre, circa un mese e mezzo prima di salire in cielo. Lui ci teneva far conoscere com'è stata la sua vita prima e dopo aver conosciuto mia madre. Perché sa che oggigiorno sua difficile far crescere un amore a distanza

  • Antonio é ispirato al tuo papá, che purtroppo é venuto a mancare, ci sono stati dei momenti durante la stesura del libro, in cui davvero sentivi di non riuscire ad andare avanti?
Non mi sono solo ispirata, è proprio la storia dei miei genitori, da come vivevano: mio padre in Liguria e mia madre in Sardegna, un mare li divideva.

  • Per Anna: Quando Ilenia ha deciso di scrivere questa stupenda storia d'amore, quel é stato il tuo primo pensiero?
Esplosivo, anche perché glielo chiese mio marito nel periodo in cui non stava molto bene. E mia figlia ha cominciato a scriverlo. Credo che sarebbe felice di sapere che il suo desiderio è diventata realtà. Il nostro era un amore puro.

  • Per Anna: Quale é il ricordo piú bello legato ad Antonio, che ti aiuta ad andare avanti,ogni volta che la sua mancanza si fa sentire troppo?
Ogni momento della vita insieme, e in particolare quando ci siamo conosciuti. Che leggendo il libro troverai anche molto divertente, inoltre la cosa che me lo fa sempre sentire vicino è il ricordo dei suoi abbracci.

  • Per Anna: è stato difficile ricordare?
Molto perché ovviamente mia figlia mi ha chiesto di raccontarle tutto, alle volte dovevo fermarmi perché la tristezza e la sua mancanza mi impediva di parlare, anche per questo che per la stesura del libro ci ha impiegato un anno e mezzo.

  • Per Ilenia: Come nasce la tua passione per la scrittura?
La passione è nata quando avevo 14 anni perché avevo (ed ho tutt’ora) la passione del cinema, della letteratura e ho pensato di iniziare io a creare tante storie, inizialmente ricordavano delle sceneggiature (per il mio amore per il cinema), poi ho completamente cambiato trovando un mio stile personale, sempre in evoluzione.

  • Se tu fossi un libro, quale libro sceglieresti e perché.
Se fossi un libro sarei “Piccole Donne” della Alcott, in quanto mi riconosco molto in Josephine March, una ragazza che scrive tante storie e vive in un epoca difficile. Una ragazza forte che cerca di reagire.
A me piace ispirarmi a lei per cercare di prendere la forza e continuare a vivere, per mio padre.

  • Progetti futuri? Se si, vuoi accennarci qualcosa?

Le sorelle del destino

Quelli che vedete sono alcuni dei protagonisti principali di uno dei libri che ho in stesura,  Le sorelle del destino. È il mio primo libro fantasy in tutto e per tutto e sono felicissima di aver ripreso a scriverlo, l'ispirazione è tanta. Sono personaggi che hanno un animo ed una personalità intensa. Anche coloro che on un primo momento vi appariranno superficiali.
I loro destini si incroceranno contro un fato avverso.
La ricerca della rinascita.
In questo libro troverete una storia Steampunk post apocalittica, dove il nostro mondo è tornato ad essere una nuova Pangea, la tecnologia è completamente sparita.
Un tiranno spaventa gli abitanti, ma una famiglia potrà riportare la giustizia e la pace.
Peccato che i suoi componenti siano divisi dalla memoria e anche fisicamente.

La congrega degli eletti
Una storia Urban Fantasy ambientatain Nuova Zelanda, dove i protagonisti appartengono a famiglie elette da secoli e provenienti da altri stati come : Irlanda, Italia, Grecia ma anche dal Giappone.

La maledizione del gioiello di Athor
Continua la mia saga mitologica, già formata da Tra mito e realtà, Dei reincarnati e Il mistero dello scettro Quetzal. Anthony, Layla, Taylor ed Andrew dovranno vedersela con divinità egizie, alcune molto pericolose ed altre bisognose di aiuto. Questa nuova avventura li porterà a viaggiare tra Italia, per la precisione a Torino, poi in Egitto tra Giza ed altre zone mistiche.

Altre storie
Questa non ha un titolo preciso ancora. Ma sarà la continuazione del mio libro : Amanti ... dell'Universo. Ci sono personaggi del libro che conoscerete più nel profondo e le vicende vedranno protagonisti i nostri ibridi alieni ma anche alcuni umani, inoltre conoscerete altre razze aliene, sia buoni che cattivi. Beh, che dire ... restate sintonizzati.

Ultimamente ho ripreso una raccolta di storie gotiche che ho scritto negli anni, al suo interno ci sarà anche una storia intitolata Life in the night. Una storia di creature della notte nascoste in una gotica e spaventosa magione nel bel mezzo del bosco nel Kentucky.
Sono storie che si svolgono in varie epoche. Quella sopracitata è ambientata nei primi anni 2000, un'altra nel 2014, altre durante il medioevo e addirittura una storia gotica ambientata in un altro pianeta, uno non lontano dalla nostra galassia.
Ci saranno umani, vampiri ed altri demoni che attraversano le ere senza battere ciglio, continuano a lottare per sopravvivere, alcuni, altri pensano solo a prendere il potere.
Il bene e il male in lotta.

Vi parlo di Sussurri ed Ombre.
Un Paranormal ambientato ai giorni nostri in Europa. La storia di Kenneth e di un segreto sconvolgente, del quale nessuno gli ha mai fatto parola in quanto la famiglia ha pensato di non coinvolgerlo.
Scoprirà l'esistenza di un mondo oscuro e di persone che vi appartengono.
Inoltre scoprirà altre cose relative al suo passato, qualcosa che sconvolgerà le sue certezze.
Tutto si svolgerà inizialmente in Germania, vicino a Berlino per poi spostarsi tra altri stati europei fino al Giappone.
Perché ho deciso di iniziare un Paranormal ambientato in Europa? Perché sono stata convinta dal fatto che tutti i Paranormal sono ambientati in America, seppur inizialmente ero tentata di ambientarlo lì, ma qui in Europa ci sono tanti luoghi adatti ad una storia del genere.
Che dire, Kenneth e i suoi amici ne vedranno delle belle.

  • Lascia qui un estratto dal libro
”Per Anna si sta avvicinando il momento dei fatidici diciotto anni, e il suo sogno è quello di sposarsi e crearsi una sua famiglia felice. Intanto, continua gli studi superiori. Non si immagina minimamente che, in quella magica estate, si realizzerà uno dei suoi più grandi desideri.”

  • Lascia qui i tuoi link




Di seguito vi lascio delle cards con degli estratti  e la sinossi  dal libro ANTONIO &ANNA, UN AMORE INFINITO

Sinossi:

Lʼunica cosa per cui valga la pena lottare è lʼamore. Lʼhanno capito subito Antonio e Anna, tra cui scatta unʼattrazione irresistibile.
Anna non avrebbe mai immaginato di potersi innamorare così in fretta, invece il suo tenero sentimento è ricambiato in tutto e per tutto da Antonio; sfociando per entrambi in qualcosa di unico e di totalizzante.
Attraverso la loro storia, fatta di avvenimenti gioiosi e difficoltà della vita, non potranno sottrarsi al loro destino di vivere un grande amore con la A maiuscola, capace di resistere a tutto e di perdurare per sempre.  


Estratti in cards : 





















LINK DI ACQUISTO:


Ebook

CARTACEO:

Youcanprint

Mondadori Store on line

Amazon

Ibs

Giunti al Punto

Feltrinelli on line

BUONA LETTURA E BUONE FESTE! 


domenica 17 dicembre 2017

ANGELA MELONI- UN REGALO INASPETTATO

SEGNALAZIONE

Ciao a tutti!
Oggi ho il piacere di segnalare una nuova ucita di una carissima collega.
Angela Meloni debutta con il suo romance UN REGALO INASPETTATO, pubblicato con youcanprint.

Angela Meloni è una bibliotecaria, amante della scrittura e dei libri. Collabora con il blog di Oriana Tardo dove consiglia libri da leggere e con la casa editrice Lettere Animate. 

Per Youcanprint ha pubblicato: La stanza rosa (raccolta di Racconti), La mia penna sanguina e altri versi (raccolta di poesie), Pesce d’Aprile in love (racconto) e il suo primo romanzo Un regalo inaspettato.


Sito internet:Angela Meloni


Guardiamo insieme la trama:

Melania è una ragazza come tante, fa la libraia nella libreria ereditata dalla nonna sita nel centro storico di una deliziosa cittadina. Ha tanti sogni nel cassetto, tra cui trovare il grande amore. Allegra e piena di vita, ogni tanto si lascia prendere dallo sconforto e dalla solitudine, ma troverà sempre l'appoggio dei suoi amici, Martin e Ines che lavorano nel bar di fronte alla libreria. La vita scorre tranquilla, ma un bel giorno succede qualcosa di inaspettato che la fa ricredere in un futuro ricco di speranze. Un romanzo dolce e potente capace di coinvolgere ed emozionare dove i miracoli, se ci credi, accadono realmente.


Ed ecco per voi un Estratto:

Sette e trenta del mattino. La voce suadente di Biagio Antonacci mi sta avvisando che è l'ora di alzarmi. Non mi va' di scendere per strada e cominciare una nuova giornata, non fa per me la quotidianità. In questo momento della mia vita, ho bisogno di qualcosa di straordinario, qualcosa che rivoluzioni la mia esistenza. Desidero delle novità, invece non mi accadde nulla di interessante: sono tutta casa-lavoro, lavoro-casa e questo per me non basta; voglio di più. Ho un gatto che mi aspetta la sera, una libreria ereditata da mia nonna e un amico gay sfortunatamente carino che non posso avere. Ma mi manca un amore. Alcune persone mi dicono spesso: "L'amore arriva quando meno te l'aspetti" ma io non ci credo, penso sempre che l'amore bisogna cercarlo, sceglierlo e infine quando ti sfiora, tenerlo ben stretto come una cosa unica e speciale. Scendo dal letto, apro l'armadio. Non so cosa indossare, troppi vestiti. Ogni volta che devo prepararmi, sto almeno una quindicina di minuti davanti al guardaroba. Prendo un maglione lo guardo appoggiandomelo addosso di fronte allo specchio. Infine dopo varie prove, scelgo di indossare una camicia azzurra a strisce verticali celesti e un jeans blu scuro a vita bassa. Vado in bagno, mi spoglio ed entro in doccia. Dopo una mezz'ora sono già pronta per uscire di casa. E' ottobre, questa mattina l'aria inizia ad essere frizzante il cielo è cupo minaccia di piovere. Odio quando piove perché sono costretta a usare l'ombrello e fin da bambina non avevo un buon rapporto con lui perché una volta aprendolo, mi chiusi il dito facendomi male. Da quel giorno non né ho voluto sapere di ombrelli; ora cerco di evitarlo, ma non sempre è possibile.



























Auguro il mio IN BOCCA AL LUPO, ad Angela e buona lettura a voi! 


giovedì 7 dicembre 2017

JYRKI LINNAKIVI - KULKURIN VALSSI- recensione

Recensione a cura di Diana Mistera


KULKURIN VALSSI – (IL VALZER DEL VAGABONDO)
Autore: Jyrki Linnankivi
Lingua: Finlandese
Data di uscita: 02 / 2017
Pagine: 200
ISBN: 978-952-01-1499-2

Jyrki Linnankivi è conosciuto in Europa e nel mondo come Jyrki69, il cantante della gothic band finlandese The 69EYES e della rock band The69Cats. È uscito di recente, come Jyrki 69 anche il suo cd solista The Helsinki Vampire, ed è un ambasciatore dell'Unicef.

Seguo i 69EYES dal 2002, e quando lessi la notizia che Jyrki stava scrivendo un libro, da scrittrice quale sono, non poteva che aguzzare la mia curiosità. Perché? Perché ero sicura che non sarebbe stata la solita biografia che, ai giorni d'oggi, va tanto in voga fra artisti più o meno famosi, lo sapevo e lo avevo capito da quello che aveva detto nelle sue interviste di promozione, ma sarebbe stato un lungo viaggio che lui ha voluto raccontarci in base alle sue esperienze; infatti, qui in Finlandia, il libro lo si trova nella sezione ”Matkailu” ovvero Viaggi, e posso già anticiparvi che la lettura del libro per me è stato un bellissimo viaggio attraverso le parole e gli occhi di Jyrki.

Una buona parte del libro è dedicata ai suoi viaggi in USA dove torna almeno una volta all'anno.
Lui, amante di Elvis, della musica e del rock & roll da sempre, sentiva il bisogno di andare la ogni volta che poteva. Io in USA non sono mai stata, nonostante stavo per laurearmi in Anglo-Americano, un sogno che ho dovuto abbandonare per ragioni economiche, ma anche un sogno al quale non ho rinunciato, e giusto nell'anno 2002, quando ho inontrato Jyrki la prima volta a Bologna, al Transylvania ad una festa privata, stavo studiando la beat generation, Jack Kerouac ed il suo On the Road; un libro che viene spesso menzionato anche da lui. Un libro che probabilmente ha cambiato la sua vita, come cambiò la mia, l'unico libro, insieme a Memnoch the Devil di Anne Rice, che misi nella mia valigia quando decisi di trasferirmi in Finlandia, lasciandomi alle spalle tutta la mia libreria che contava centinaia di libri, e non lo dico tanto per dire, sono da sempre una lettrice assidua, e tutta la mia vita fino a quel momento. Quando decidi di intraprendere un viaggio, scegli con chi vuoi farlo ed io presi Jack Kerouac e Anne Rice. Il primo perché avrei voluto laurearmi in Anglo- Americano, e avrei voluto farlo proprio con una tesi sulla Beat Generation e Kerouac, e l'altro per ricordarmi le mie origini. Entrambi testimoni di un sogno che prima o poi realizzerò, dovessi impiegare tutti gli anni che mi restano in questo mondo...

Ma torniamo a Jyrki ed il suo Kulkurin valssi. Come ho accennato nella scheda, è scritto in finlandese e quindi ho impiegato un po' più del solito per leggerlo. Mi è piaciuto molto il suo stile, mi è piaciuta la narrazione in prima persona, e soprattutto mi ha fatto piacere scoprire che, escludendo gli States, eravamo a Londra e Berlino nello stesso periodo, entrambi in un viaggio diverso, ma pur sempre un viaggio. Come lui, anche io sono molto legata a Londra, soprattutto per le mie origini, mia mamma è inglese e quindi ho avuto la fortuna di avere delle splendide zie che abitavano la, soprattutto la zia Su, che mi hanno fatto vivere Londra come nessun italiano avrebbe mai vissuto. Jyrki era guidato dal suo amore per la musica, e Londra è da sempre un fulcro cruciale della musica, come Berlino, io ero guidata dalle mie radici e per me tornarci, è sempre un sentirsi a casa e la commozione è sempre presente. Quello che avevo sempre visto enorme, come la London Tower, la Tube, si ridimensionano e la città stessa si amplifica; si amplifica il modo in cui cammini su quelle pietre, tutto cambia o è cambiato, eppure senti di appartenere a quella città comunque.

Berlino è un 'altra città alla quale anche io sono legata e, leggendola con i suoi occhi, mi sono ritrovata a condividere , in quel taxi, o camminando di fronte allo Zoo, gli stessi pensieri suoi, le sue stesse riflessioni. È stata una esperienza per me irripetibile il viaggio a Berlino, quando le tracce del muro erano ancora visibili sull'asfalto, e quando le foto degli ebrei morti, in bianco e nero, erano un esposizione all'aperto davanti a quei 300 m di muro ancora in piedi, con i resti delle torri di guardia ed il filo spinato sul suolo. Piansi quel giorno, perché fino a quel momento della mia vita, quello che era successo lo avevo letto solo sui libri di storia, e nonostante le date, mi era sembrato irreale; vedere delle prove concrete di quella parte della storia davanti ai miei occhi, fu una doccia gelata.
Parigi è la città che ancora mi manca, e ho letto il capitolo dedicato ad essa avidamente ed ho pure provato un po' di invidia, buona si intende; ma la pietanza più buona della cena, la si lascia sempre per ultima, e visiterò Parigi quando sarà il momento di farlo.

Roma...bé Roma è la città dove sono nata. Ho camminato su quelle strade dove ha camminato lui molte volte, ogni volta come se fosse la prima. Ho visitato il cimitero protestante, dove ho messo la mia rosa rossa sulla tomba di Keats. Ho letto i versi di Shelley di fronte alle sua lapide, non perché ero una goth, in quegli anni in Italia c'erano i Paninari e i dark, io andavo vestita di nero e con il rossetto viola , ma ascoltavo i Duran Duran e gli Alphaville, il mio periodo goth arrivò più tardi, ma evidentemente quel sangue li, scorreva giá nelle mie vene...

La parte del libro che ho amato in modo particolare è la parte finale, dedicata alla sua Africa, dove è stato come ambasciatore dell'Unicef, ho trovato molto interessante il capitolo dedicato al Voodoo, e gli do' ragione, certe cose è meglio non saperle a volte, e Alphonso ha fatto bene a non dirgliele. Ho letto e riletto questa parte dedicata all'Africa perché fra le righe ho percepito la sua anima, la sua crescita come essere umano, quello che mi ha portato a volerlo incontrare di nuovo a distanza di 15 anni. Non credo lui si sia ricordato di me, alla Fiera del Libro di Helsinki lo scorso settembre,e come avrebbe potuto? 15 anni non sono pochi e si cambia...Quel lontano 24 Ottobre 2002 eravamo seduti uno dietro all'altra, io con la mia amica Eva a parlare tutta la notte con Bazie, eravamo sue ospiti a quel party, e lui con tutti gli altri.

Ho un'unica nota negativa da riportare:
Dato che si tratta di un libro che non prevede una traduzione in inglese, é troppo incentrato sull'America. e manca un po' del coinvolgimento emotivo, nel senso che; si legge una serie di viaggi che ha fatto, certe cose sono successe, ma sembra piú una lista di luoghi piuttosto  che esperienze che come tali lasciano un segno, un insegnamento; coinvolgimento che ho ad esempio trovato nel capitolo dedicato alla Sua Africa che,  come ho detto in precedenza, rimane  uno dei capitoli che ho amato di piú. del libro











Cristiana Meneghin , Le Gemme Dell'Eubale- blogtour

NUOVA RECENSIONE AD ORPHEUS

Ciao a tutti! L'estate é a metà del suo percorso. Anche qui in Finlandia siamo sulla soglia dei 30 gradi, temperatura insolita;  in 15 ...