martedì 29 gennaio 2013

RIFLESSIONE N.5


L'attimo fuggente
É bastato solo un attimo, il vederti davanti a me di nuovo, con quel sorriso che solo tu hai, quel sorriso tutto per me, una manciata di secondi in cui quell'attimo che sfuggí , dopo tanti giri e rigiri é tornato a me, per colmare il vuoto che lasciai 10 anni fa, per paura di essere troppo invadente, per paura di sembrare una stupida, per la mia timidezza; e cosí, il destino si é ripresentato a me dandomi un altra possibilitá per riempire quegli spazi bianchi fra le parole dettate dal cuore, asciugare le lacrime dell'anima, quando finalmente sono pronta a prendere il posto che mi spetta. Adesso, spetta a te capire che questo attimo non puó piú sfuggire, perché non tornerá di nuovo.


Diana Mistera 29.1.13
Aggiungi didascalia

lunedì 28 gennaio 2013

EMOZIONI

Link video: Gli Alphaville in "Forever Young"

Sabato 26 gennaio ho rivissuto dopo 28 anni la meravigliosa emozione di rivedere gli Alphaville in Italia alla trasmissione di Carlo Conti I MIGLIORI ANNI  che potete vedere al link sopra. Oltre a Forever young, su tarda serata hanno anche cantato Big In Japan.

Lacrimoni di emozione sono scesi come successe la prima volta, la memoria é una macchina misteriosa e meravigliosa della quale ancora non ho capito il meccanismo; nonostante siano passati gli anni, quelle emozioni che ebbi 28 anni fa sono esplose nuovamante nonostante Marian é invecchiato, si é irrobustito, come del resto anche io, ma la voce, nonostante dica che sia molto cambiata,  quelle note alte le fa ancora :)

Li seguo da 29 anni, quindi non era nuovo per me il look di Marian, che come molti altri suoi colleghi( es. Simon Le Bon) ha deciso di mettere su la barba, il completo nero impeccabile un anello al dito che aveva la forma di qualcosa ma che non sono riuscita a capire cosa, tutte cose a me familiari, come ho detto non ho mai smesso di seguirli e comprare i cd, ma il vederli nella tv nazionale italiana (rai 1) ed in prima serata, ha aumentato l'impatto emotivo, ma, come tutte le cose alla fine mi ha lasciato un pó di amaro in bocca. Certo non si é mai contenti, é giá tanto averli rivisti in Italia, ma un paio di domandine non ci sarebbero state male dato che sicuramente Carlo Conti sapeva che gli Alphaville non hanno mai smesso di fare musica e concerti nonostante in Italia non sia mai arrivato piú nulla dal 1986.

Nel 2010 hanno realizzato un cd Catching Rays On Giant con due singoli estratti
"I die for you today" e " Song For No One" entrambi con realtivi video, che in Gemania sono andati abbastanza bene.

In primavera é in uscita il nuovo cd (si spera, doveva uscire a settembre 2012 ma é stato posticipato)
quindi perché non fare un paio di domande?

Ovviamente era piu importante intervistare Swarzenegher con il suo orgoglio americano per mezz'ora piuttosto che dare spazio agli artisti, essendo I Migliori Anni un programma prettamente basato sulla musica degli anni '60, '70, '80 e '90.

Ma vabbé, é andata cosí, accontentiamoci di averli rivisti in tv in Italia dopo ben 28 anni. :)

mercoledì 23 gennaio 2013

READ IT CAREFULLY, LISTEN IT TO THE END ANDO ...DO IT!!!

Call Me

Lyrics: Gold

You know I’ve never been in love, just read some books about it
You know I’ve never been with you before
But we can meet each other soon to taste a moment lost in life
The touch of fading memories
So if you want me in your life I swear I won’t forsake you
And play this tune to all the fools who fly where angels fear to tread

Just call me and I’ll make it, I’ll fill the black holes in your heart
Just call before you break it
Just call me and I’ll make it, I’ve been around right from the start
Just call me and I’ll take it to keep it save …

I know you better than myself, I’ve been around for so long
Your posters hanging on my wall – untouched
And all these bitches in your life, they made me sick and tired
I locked them up inside my mind, so deep
And now the time has come for you and me to keep our promise
This is your lucky day, the hunter’s captured by the game at last

Just call before we break it and fill the black holes in my heart
Just call and I will take it
Just call me and we’ll make it, you should’ve known we’ll never part
Just call and don’t forsake it, we’ll never part

LET ME TRACK YOUR BLOOD!


venerdì 11 gennaio 2013

...ANIMA...

Non si possono domare i sogni,
ne condannare l'anima
a restare imprigionata
nei confini limitanti del corpo.
La si puó solo invidiare
perché riesce a raggiungere
colui che fisicamente é lontano
lo puó amare ed essere amata
ed i sogni sono
il linguaggio
con cui lei ci parla e si racconta.

© Diana Mistera 11.1.2013

lunedì 7 gennaio 2013

NOVITÀ

ciao a tutti,
con le feste la mia attivitá artistica si é assopita, torneró presto con nuove poesie dato che ho alimentato la mia fiamma, ed a lavorare al romanzo, si sa certe emozioni forti devono essere elaborate; ma intanto, vi dó una notizia:
il 7 febbraio, parteciperó ad un meeting ad Helsinki, organizzato da Koneen Säätiö, un organizzazione multiculturale che si occupa di progetti murticulturali.
Io saró presente con Timo Harju per parlare del progetto Runokohtaus e della nostra esperienza e modalitá lavorativa.

Ciao ed a presto!

Cristiana Meneghin , Le Gemme Dell'Eubale- blogtour

NUOVA RECENSIONE A IL DEMONE DELLO SPECCHIO

Ciao a tutti! Siamo giá a metá Novembre e Natale si avvicina. Come vi preparate? Comprerete dei libri da regalare? Io sicuramente si. I...