giovedì 21 giugno 2018

NUOVA INTERVISTA! Grazie al blog Sognare Leggi e Sogna

Ciao a tutti!
Ultimamente le settimane passano e non me ne rendo conto, e quindi anche la condivisione di interviste o recensioni, rimangono indietro.

Ecco la mia ultima intervista per il blog Sognare Leggi e Sogna.

Ciao Diana e benvenuta, chi sei oltre le pagine dei tuoi romanzi. Raccontaci un po’ di te.
Sono una cameriera che lavora come addetta alle colazioni in un hotel nella città di Hämeenlinna, in Finlandia. Mi sono trasferita qui nel 2003. Prima di questa svolta della mia vita studiavo Lingue e Letterature Straniere a Siena. Avrei dovuto laurearmi in Anglo-Americano, ma per problemi economici ho dovuto lasciare l’università, ero andata fuori corso sia perché lavoravo e studiavo, all’epoca lavoravo in discoteca come barista, sia perché ho avuto, come tanti altri miei colleghi, grossi problemi con una delle insegnanti dell’Università, che pur di non farmi accedere all’orale, perché frequentavo poco i suoi corsi , nei test mi dava 17…come ho detto non ero l’unica e di vittime ne ha fatte tante e quando finalmente sono iniziati i cambiamenti con l’arrivo dell’insegnante primaria per me era già troppo tardi. Sono anche mamma di un ragazzo di 14 anni e moglie.
OrfeusAmo la letteratura goth che oggi chiamano Noir, e sono stata io stessa una goth. Adesso non indosso più corsetti e pizzi, o lenti celeste ghiaccio, o denti da vampira, ma l’anima è quella. Sono di origini inglesi, per questo per me è stato facile abbracciare la cultura goth: trascorrevo le mie estati a cavallo fra Italia e Inghilterra.
Oltre a scrivere romanzi scrivo anche poesie sia in inglese che in italiano, infatti qui in Finlandia sono conosciuta come poeta e partecipo spesso ad eventi letterari, fiere e progetti multiculturali. Amo la musica, il cinema ed il teatro. Sono una fan sfegatata delle serie tv Lucifer, Outlander e Penny Dreadful...

✦✦✦ 

Se volete sapere di più, seguite il link qui sotto ⬇⬇⬇

Alla Prossima!!! 



martedì 19 giugno 2018

NUOVA USCITA !!! RHOMA G. - FINO ALL'ULTIMO RESPIRO-

Ciao a tutti!
Sono felice che il mio blog faccia parte dei 19 che faranno questa bellissima anteprima sulla nuova uscita di Rhoma G " FINO ALL'ULTIMO RESPIRO"

Siete pronti? Eccolo!!!!




Sinossi: 

È il destino che decide il corso della vita? Oppure siamo noi che con le nostre decisioni lo influenziamo?

È l’alba di un nuovo giorno quando Regina prende una scorciatoia per raggiungere più in fretta il villaggio di Andrina, e così si imbatte in qualcosa di imprevisto e inimmaginabile.

Misha entra nella sua vita.

“A volte vorrei non amare al punto da sacrificare tutto. Ma… amo e non esiste altra ragione al mondo per cui valga la pena mettere in gioco se stessi.

Continuo a ripetermi che di sogni non si vive, ma sono l’unico espediente che mi tiene a galla.

Ogni tanto mi capita di sognare il mio soldato dagli occhi scuri. «Sono venuto a prenderti.» dice prima di avvolgermi in un abbraccio carico di promesse. Poi mi sveglio, gli occhi pieni di lacrime e il cuore vuoto.

Lui non verrà a portarmi via.”

Ma, il destino ha già deciso.

“Non sarà per mano mia, non so quando, ma so perché.

Presto o tardi ci rimetterò le penne, magari sarò io stesso ad andare incontro alla morte e finalmente avrò il riposo che agogno da tanto tempo.

Il sonno del guerriero.

Ho trentacinque anni, eppure avverto la sensazione di aver vissuto cento vite e che ogni giorno duri un’eternità.

Mi guardo indietro e scorgo la scia di sangue che ho lasciato durante questi anni. Non sono un senzadio, sono un soldato, e prima che alla legge divina devo obbedienza all’esercito che ho giurato di servire.

Mi guardo indietro e vedo il viso dell’Angelo che mi ha tenuto aggrappato a questa esistenza. Nonostante tutto, vale la pena vivere se ho la speranza di rincontrarla.”

Nella radura dove il silenzio è tornato a imperare, Regina appare dal nulla e salva la vita di Misha, poi scompare. A distanza di mesi, a causa dell’ineluttabile disegno del fato, i due si ritrovano e stavolta toccherà al soldato difendere la vita del suo angelo a costo di sacrificare la sua. Del resto è questo che fanno gli uomini come lui: proteggono gli innocenti.




Estratto:

Anni fa, una vecchia saggia mi ha detto che l’amore è una strega abile nello scoccare incantesimi e straordinaria nell’infliggere maledizioni. “Fai attenzione, figlia mia, quando sentirai il vento cambiare preparati, la tormenta è nell’aria. Isola la mente, proteggi il corpo, nascondi il cuore dove tu stessa faticherai a ritrovarlo.”
Ed io l’ho fatto.
La prima volta che sono stata con Dimitri ho lasciato la mente fuori dalla porta, ho indossato un’armatura e gettato il cuore dentro a un pozzo, profondo quanto profonda è stata la mia disperazione quella notte.
Poi, in un mattino senza sole, come un bagliore dal cielo sei apparso tu, il figlio di una stella rossa, e hai infranto le mie certezze.
Sono giunta da te per caso, eppure sapevo benissimo dove trovarti, un bambino bisognoso di cure, un cucciolo smarrito nella foresta. Ti sono stata vicino, ti ho infuso coraggio e ti ho tenuto al caldo quando intorno a noi c’erano soltanto silenzio, tragedia e gelo.
E tu hai pianto e le tue lacrime hanno piantato un seme dentro di me. Giorno dopo giorno, dal seme è germogliato il mio amore. A nulla sono valsi la porta chiusa, l’armatura e il cuore in fondo al pozzo, ti ho amato fin da quel momento, anche se non lo sapevo, anche se non lo volevo.
Quando ti ho rivisto ho capito.
L’emozione nella gola ha spezzato gli indugi e rotto le catene con cui ho asservito me stessa. Lo scorrere del tempo mi è parso una buona cosa, l’amaro dolce e l’ombra luce. Mi hai stretta nel tuo abbraccio ed io non ho avuto più freddo, anche se mi sono ritrovata nuda, esposta alle intemperie e impreparata a ciò che avresti rappresentato da lì a poche ore.
La vecchia saggia mi ha avvisato: la tormenta è arrivata con i suoi venti del Nord e le nevicate che accecano e ghiacciano, ed io sono stata accecata dal tuo sorriso radioso, dalle scintille nei tuoi occhi, dalla forza delle tue mani grandi. Ho lasciato aperta la porta, smesso l’armatura e il cuore è sbucato fuori dal pozzo per riprendere il suo posto nel petto.
Tu sei forte, amore mio, io lo sembro soltanto.
È stata un’illusione, un fatale errore.
Ho scordato chi sono, cosa ho fatto. Per qualche tempo sono stata il tuo Angelo della Taiga e tu il mio Soldato. E ora che l’irrimediabile è accaduto fra noi, non so come chiudere la porta, rientrare nell’armatura e strapparmi il cuore dal petto.




 
Altre pubblicazioni:


•Cygnus - Self Publishing (autoconclusivo)
•Il Santo - Self Publishing (autoconclusivo)


- Collana Tempeste:


•L’uragano dentro me - edito da Tre60 (autoconclusivo)
•Come vento d'inverno - Self Publishing (autoconclusivo)


- Serie Bittersweet:


•1 - Bittersweet, qualcuno come te - edito da Silele Edizioni
•2 - Stardust, qualcuno come me - Self Publishing
•3 - Never Ends, nessuno come noi - Self Publishing
 
Nota biografica:

Rhoma G. ha cominciato a scrivere racconti all’età di tredici anni, e sebbene la vita l’abbia poi indirizzata da tutt’altra parte, non ha mai messo di coltivare il sogno di diventare scrittrice. Divoratrice di libri e scrittrice per passione, considera la lettura il mezzo per vivere tante avventure diverse, e la scrittura il tramite tra il mondo reale e i personaggi creati dalla sua fervida immaginazione. Vive col marito in una città di mare, ama viaggiare e nutre una smodata passione per i film di Hitchcock.




venerdì 8 giugno 2018

NUOVA RECENSIONE a IL DEMONE DELLO SPECCHIO

Ciao a tutti,
Grazie al blog Gli Occhi del Lupo per una nuova recensione a Il Demone dello Specchio.

In questo secondo capitolo della storia Geena e il rocker Orpheus fanno visita al castello del Conte Vlad per intervistare un esperto di vampiri. La ragazza, infatti, è in procinto di laurearsi e per scrivere la sua tesi si reca nel paese del Conte Dracula dove può ampliare le sue ricerche.
Da qui i due giovani si separeranno: lei impegnata con l'università mentre lui in tour con la sua band. 
Il mistero celato nel primo volume inizia a farsi più chiaro: i poteri di Geena cominceranno a manifestarsi mentre a Orpheus accadrà qualcosa di strano; qualcosa legato al suo passato....

Se volete leggere tutta la recensione seguite il link qui sotto ⇩⇩⇩ 


Buon weekend a tutti!


martedì 5 giugno 2018

A GIRL FOR ME - Evelyn Storm - NUOVA SEGNALAZIONE

Ciao a Tutti!
Volete un consiglio di lettura da fare otto l'ombrellon?
Eccomi di nuovo con una nuva segnalazione, fresca e vivace come le vostre notti d'estate!

A GIRL FOR ME  di Evelyn Storm.

Tempo fa vi avevo segnalato il primo volume di questa duologia,  A GIRL FOR TWO. Per rinfrescarvi la memoria potete seguite il link



A GIRL FOR ME è autoconclusivo e indipendente dal primo libro della duologia "Love Games" che è  "A girl for two". Ciò significa che si può leggere anche senza aver letto l'altro.





Primo estratto:


«Ti sei incantato?»

«Non potrei fare diversamente, visto il lusso e la visuale che mi circondano.»

«Nella visuale che ti circonda sono compresa anchʼio?»

«Può darsi» sorrido sornione.

«Ignoro il tuo commento di proposito. Se sei qui, è per tenere alla larga tutti i miei spasimanti e far credere alla mia famiglia - e ai paparazzi - che ho messo la testa a posto con un fidanzato al mio fianco. Non ho intenzione di fare... robe con te.»

«“Robe”?» alzo il sopracciglio.

«Hai capito.»

«Veramente ho qualche dubbio» affermo, per incoraggiarla a continuare.

Dʼimprovviso mi guarda dritto negli occhi. «Sesso. Non ho intenzione di farne con te. Tutto chiaro?»

«Forse sarà un duro colpo alla tua autostima, ma non mi è saltato in testa nemmeno per un momento che lo avremmo fatto. È la mia politica numero uno quella di non fare sesso con le clienti. Sesso e amore al momento non fanno per me.»




Secondo estratto:

Il mio umore scende ancora, sono nero. Non mi sta affatto prendendo sul serio. Al suo solito.

Sbuffo. «A volte non saprò controllarmi dal risponderti male, non sarò sempre sereno o arrendevole, non frenerò la lingua davanti ai paparazzi o ai tuoi conoscenti, non ti darò ascolto come un cagnolino e non mi tramuterò in uno schiavo, seppure largamente stipendiato. Tutto chiaro?»

Il suo buonumore non si spegne, anzi.

«Quanto sei brutale, tremo tutta. Ricorda, però, che tra di noi non ci sarà mai un equilibrio. Non giocheremo mai ad armi pari. Perché io sarò sempre un passo o più davanti a te.»



Allora che mi dite? Vi stuzzica? Ecco, dove potete acquistarlo:





martedì 29 maggio 2018

NUOVA INTERVISTA e ALTRO

Ciao a tutti,
come va? Qui in Finlandia è scoppiata l'estate, non si va al di sotto dei 22 gradi, non piove da settimane,  con il risultato che chi è allergico come me, non sta avendo uno dei momenti migliori della vita, quindi anche l'autostima ne risente, perché non sembra, ma il cortisone non è mica tanto gentile con il tuo organismo, e così sono un paio di settimane che dondolo, ho alti e bassi, a giorni dico che sto facendo la cosa giusta, che la voglio fare perché è parte di me la scrittura, e altri che vorrei invece mollare tutto.
 Le recensioni sono ferme, ed anche le vendite; questo è uno dei problemi per cui i miei alti e bassi sono molto bassi. La gente non legge, non compra libri e allora uno che pubblica a fare?
Si pubblica per essere letti inutile fare gli ipocriti e dire che a me non importa se vendo o meno, se mi leggono o meno,  importa e come, altrimenti non avremmo pubblicato In Primis.
Non é neppure un problema di guadagni, con i prezzi degli ebook non ci si arricchisce, ma é un dato di fatto che noi autori ci aspettiamo dei riscontri da parte dei lettori, e purtroppo non arrivano quanto vorremmo.

Molti miei colleghi mi stanno vicino in questo momento, altri si sono arrabbiati all'idea che possa smettere di scrivere, promettendo di venire fino a quassú per tirarmi le orecchie ...ecco...lo farei, quello di smettere di scrivere, solo per farti venire qua e passare una bella giornata a chiacchierare, se leggerai questo post, capirai anche che parlo di te. 😉

La realtà è questa, se non si ha un riscontro dai lettori ci si chiede se valga la pena ancora scrivere. Ci si chiede  "Ho davvero scritto una schifezza che nessuno vuole leggere?" Ci si mette in dubbio, si pensa che non siamo bravi abbastanza che non riusciamo a raggiungere un livello accettabile per essere letti e magari piaciuti.
È vero, non tutti amano pubblicare commenti o recensire libri, e probabilmente il miei libri sono stati letti ed apprezzati, da molte piú persone di quello che penso, anche se il report vendite mi dice il contrario.

È ovvio che quando ho scritto quel post su facebook, era un momento in cui dovevo vomitare il mio stato, si avete letto bene, vomitare, perché certe cose le si vomitano quando non si riesce più a trattenerle dentro, ma ci ho pensato davvero a smettere.
Una mia collega ha commentato dicendomi che non riuscirò mai a farlo perché la scrittura è una parte di me, ha ragione, non smetterò mai di scrivere, il dubbio sorge quando penso alla pubblicazione, magari smetto di pubblicare, ma anche questo è un altro coniato di vomito, ho anche io il mio Ego che riesco a controllare abbastanza bene nella maggiore dei casi, ma ogni tanto riesce a fuggire, perché alla fine credo che queste crisi siano dettate da lui.

Il punto è che si va in crisi. Inutile negare anche questo, perché capita a tutti gli artisti.
I motivi possono essere svariati, io ho elencato quelli che a me portano a pensare di mollare tutto quello che concerne la scrittura, e limitarmi a leggere e recensire altri.
Una mancanza di emozioni forti, una vita piatta ed un lavoro che  stanca talmente tanto che quando torni a casa vuoi solo riposare e magari guardare la tv passivamente, anche questo é un altro motivo. Non ho energie e mi tocca  aspettare le ferie per dedicarmi a quello che vorrei fare davvero.
La scrittura non mi fa pagare i conti ne riempire lo stomaco, purtroppo.

 Avevo iniziato a scrivere questo post perché volevo semplicemente condividere l'ultima intervista che mi hanno fatto e guarda cosa è successo?

Forse il mio istinto mi sta dicendo di usare questo strumento anche per pubblicare di me, non solo recensioni e news, infondo se leggete il blog di uno scrittore vi va di sapere anche chi c'è dietro ai libri che scrive, sbaglio?

Comunque, se volete leggere la mia ultima intervista, seguite il link ⇩



© per la foto  va al blog La tana dei libri sconosciuti

lunedì 7 maggio 2018

COME UN'ISOLA di Monika M.


SEGNALAZIONE

Ciao a tutti!
Oggi vi segnalo un libro che io ho giá letto e recensito e che uscirá con una nuova veste il 28 maggio.
COME UN'ISOLA di Monika M.

TRAMA

Come un'isola narra la Dominazione in modo psicologico e non erotico, descrivendo un vero rapporto Dom/sub.
Lucrezia contatta Victor per rivivere le torture della Santa Inquisizione, essendo convinta di aver vissuto, in un'altra vita, accuse di stregoneria. Ma nulla andrà come Lucrezia ha stabilito, finirà per innamorarsi del suo carnefice.

INTRODUZIONE ALLA LETTURA

Come un’isola è forse scritto unicamente per noi donne, noi donne che ci amiamo così tanto da saper amare in modo unico, senza però tradirci mai. E’ una storia d’amore non convenzionale, complessa, forse malata, tenace, che rivela la fragilità e la forza stessa della protagonista. E’ un invito a darci una possibilità anche quando tutti i segnali indicano pericolo, vivere un amore sapendo che si verrà feriti non per ingenuità ma per coraggio, vincendo la paura del dolore che sappiamo arriverà ma che sarà nulla confrontato ad una assenza di rimpianto. E’ consapevolezza di sé, è controllo, è scelta . Lucrezia , la protagonista, allineerà la sua vita a quella di Victor convinta di poter, come sempre nella sua vita, controllare tutto . Nulla sarà più diverso da ciò che lei aveva pianificato fino a conoscere la travolgente ribellione, fiera del suo orgoglio ingaggerà una guerra con il suo stesso cuore per non concedersi ad un amore non corrisposto .Si tufferà volontariamente in due occhi crudeli e belli sapendo che vi troverà la morte per annegamento, consapevole che quel che dopo l'aspetterà non sarà più vita , ma sopravvivenza scandita da una inguaribile mancanza, dettata però dalla libertà della scelta fatta .Siamo spesso schiavi dei nostri limiti , ma quanto di noi siamo disposti a tradire per oltrepassarli ?<< Non bisogna mai partire da un risultato , se lo facessimo tutto sarebbe falsato ,ogni gesto e pensiero mutato dal desiderio di giungere dove si è stabilito e non dove veramente siamo attesi... sei enigma e mistero che vivrò per sempre o forse mai più... >> 

 da Come un'isola di Monika M























La nuova edizione , sempre edita da Lettere Animate, sará in promo a 0.99










È una lettura che ho molto apprezzato giá nella sua prima edizione, quindi ve la consiglio vivamente!

ALLA PROSSIMA!!!

giovedì 5 aprile 2018

LA GROTTA DELL'ORIGINE - Leo Todisco-Recensione

Ciao a tutti,
eccomi finalmente con una nuova recensione. Ho letto per voi LA GROTTA DELL'ORIGINE  di Leo Todisco.
Avevo segnalato questo libro qualche tempo fa in questo blog: SEGNALAZIONE

Ed ecco finlamente la recensione.




SCHEDA DEL LIBRO

Titolo: La Grotta dell'origine
Autore: Leo Todisco
Casa Editrice: Lettere Animate
Anno di Pubblicazione:2015
Lingua : Italiano
Genere: Fantasy
Formato: Disponibile sia in ebook che cartaceo
Link Acquisto











Sinossi: 

Una leggenda raccontata ai bambini di Borgostellato fa da cornice alla vita di Axel e Lisa, due fratelli che vivono nel piccolo villaggio insieme ai loro genitori e a Diego, compagno di classe di Axel e suo amico.La loro vita, però, non è affatto facile. Molti degli abitanti del villaggio sono costretti a vivere in ristrettezze economiche ed energetiche per lunghi periodi, nei quali il governo sottrae loro acqua, gas e corrente in cambio di protezione. Nessuno sa però da cosa sono protetti, e questo acuisce le rivolte. Axel, Lisa e Diego partecipano all’occupazione scolastica atta a cambiare la situazione, ma come era prevedibile, tutto va storto: Diego fugge, inseguito dalle guardie, e Axel e Lisa decidono di trovarlo e aiutarlo.La loro avventura li porterà a ritrovare il loro amico, ma attirerà su di loro cose che nemmeno immaginavano esistessero. Aiutati da un misterioso uomo di nome Hector, che vive in un vulcano poco lontano da una grande metropoli, scopriranno che la grotta descritta nella leggenda di Borgostellato potrebbe essere vera e che, grazie a quella, la loro vita e quella degli abitanti del villaggio potrebbe cambiare.

Recensione:

LA GROTTA DELL'ORIGINE è un libro di ambientazione Fantasy, dell'autore emergente Leo Todisco.
Mi sono piaciute molto le descrizioni accurate dei luoghi e  degli ambienti. La narrazione delle vicende avviene  proprio attraversogli occhi dei protagonisti stessi e quindi narrate in prima persona.
La descrizione dei differenti caratteri di ciascuno, mostra la loro crescita attraverso il proseguire della trama. Troviamo inizialmente degli adolescenti, con i problemi e l'attitudine tipica degli adolescenti che improvvisamente si trovano ad affrontare la vita come degli adulti e devono anche sopravvivere in situazioni davvero difficili e minacciose. 
Axel, Lisa e Diego si muovono fra le pagine in modo fluido e sono ben incastrati nella trama.

La favola che viene letta ai bambini di Borgosellato, che tanto favola non é, l'ho trovata una bella idea di partenza per l'inizio di questa storia che appassiona il lettore fin dalla prima pagina.

Come ho detto all'inizio di questo post, io ho letto la prima versione e purtroppo vi ho tovato diversi refusi che sono sicura nella seconda versione sono stati corretti.

A chi consiglio la lettura? Un po' a tutti gli amanti del Fantasy ma soprattutto ad un pubblico giovane.


Buona giornata e alla prossima!


.



Cristiana Meneghin , Le Gemme Dell'Eubale- blogtour

NUOVA INTERVISTA! Grazie al blog Sognare Leggi e Sogna

Ciao a tutti! Ultimamente le settimane passano e non me ne rendo conto, e quindi anche la condivisione di interviste o recensioni, rimangon...