Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2012

NEWS

Buongiorno a tutti!
Stamani aprendo una email ho trovato una bellissima notizia, una mia poesia é stata pubblicata in una pagina dedicata ai nuovi poeti. La poesia in questione é POETA.

La potete trovare in facebook  QUI  e nell'apposito sito QUI

Fanno sempre piacere queste notizie

Buona settimana a tutti!

INFO

Per chi ancora non lo sapesse ho una pagina su facebook.
Benvenuti!

Mi trovate  qui Facebook

TEMPO

Immagine
Ognuno di noi ha un archivio

in cui sono coperti di polvere dei sogni dimenticati
storie che non vorremmo ricordare
lacrime che non avremmo mai voluto versare.
Ma la memoria brucia
ci impala su quel ceppo consegnato dai sensi di colpa
con i propro rimpinati
e
le ceneri non sono trasportate via dal vento
i carboni bruciano perpetuamente ardenti
fin quando non ci arrendiamo
ed accettiamo quelle cicatrici
che troppo a lungo abbiamo alimentato
lasciato aperte
contemplato
arrestando cosí il nostro cammino
nella linea infinita del tempo. ©Diana Mistera 10.12.2012



Antologia Libera Espressione

Immagine
Ciao a tutti!
Finalmente é disponibile l'antologia "Libera Espressione", frutto di un concorso dedicato alla poetessa Erica Angelini organizzato dal comitato Giveight, presente in facebook QUI a cui ho partecipato anche io insieme a tantissimi altri autori emergenti con 3 poesie.

Se volete regalarvi e regalare  emozioni, sará un bellissimo ed originale regalo di natale.
Cosa aspettate allora?
Lo potete trovare in versione kindle QUI in seguito verrá proposto anche in versione cartacea.

UN RACCONTO...

Immagine
Finalmente lo posso pubblicare...ho partecipato ad un concorso con questo racconto, che non ho vinto, quindi adesso posso conividerlo con voi. Buona lettura! Comments are welcome!


the dreamachine
Quando l’intuizione é solo uno stato mentale

Patricia aveva 12 anni e frequentava la scuola media; nonostante la giovane etá, era piú matura delle sue compagne, piú seria, forse perché era una sorella maggiore che come tutte le sorelle maggiori era abituata a prendersi cura del fratellino mentre i suoi erano a lavorare, lavare i piatti e aiutare nelle pulizie di casa.
Era spesso persa nel suo mondo perché aveva l'animo della sognatrice che non mancava a farla sentire nel posto sbagliato e nel tempo sbagliato. Desiderava fortemente essere accettata dai compagni, smettere di avere insufficiente a matematica, non sentire piú i genitori litigare, non sentirsi quel pugnale nel cuore quando i ragazzi piú grandi la prendevano in giro a causa del suo nome, mentre tutte le sue compagne iniziavano giá…