PRESENTAZIONE FIELE D'OTTOBRE - Varla Del Rio - DARKZONE

Ciao a tutti!
Eccomi con una nuova e bellissima presentazione per la Darkzone.
Ospite del mio blog oggi è Varla Del Rio ed il suo libro FIELE.

Varla Del Rio è uno pseudonimo.
Nasce a Roma alla fine degli anni settanta e dopo aver conseguito la Laurea in storia e critica del cinema, ha iniziato a scrivere recensioni per riviste indipendenti e pile di sceneggiature.
Alcune sono state realizzate altre hanno ricevuto premi e menzioni. Altre ancora sono in attesa di essere realizzate.
Lavora come assistente al montaggio presso alcune società post produzione e come adattatrice
Ha la passione per i film horror e la letteratura gotica.
Sotto mentite spoglie ha scritto racconti cupi per ragazzi malinconici.
Dal 2012 suona il basso nel gruppo doom Summer's gone.

FIELE D'OTTOBRE è il suo primo romanzo.


Intervista doppia alle protagoniste di FIELE D'OTTOBRE.


NOME

Carla 
Agnese

SOPRANNOME:

Carla: Non ho soprannomi. Da qualche anno il mio nome è stato sostituito dalla parola "mamma"

Agnese: Mia madre mi chiamava sempre "l'esagitata". Vale come soprannome?

ETÀ:

Carla: 40
Agnese: 40

RAPPORTO CON L'ALTRO SESSO

Carla: In questo momento ho un pessimo rapporto con l'altro sesso. Sono sposata con Umberto da quando avevo 28 anni. Abbiamo una figlia, dormiamo nello stesso letto, condividiamo la quotidianità...e la noia.

Agnese: non mi sono mai sposata. È da molto che non incontro un uomo interessante. Preferisco collezionare relazioni poco impegnative e concentrarmi sul lavoro. Sono una calamita per adulteri e psicopatici.

IL TUO UOMO IDEALE

Carla: Si chiama Flavio e fa il libraio. Gentile, sorridente, appassionato. Con lui fantastico una vita diversa

Agnese: non ho un uomo ideale. Non ci sono uomini ideali.

COLORE PREFERITO

Carla: blu
Agnese: rosso

CIBO PREFERITO

Carla: le crepes dolci, amo cucinarle a mia figlia Giulia

Agnese: sono perennemente a dieta.

DÌ QUALCOSA ALL'ALTRA

Carla: Belle scarpe

Agnese: Grazie

TRE AGGETTIVI PER DEFINIRE L'ALTRA

Carla: Passionale, impulsiva, irrisolta

Agnese: Pavida, trascurata, irrisolta


UN LUOGO A CUI SEI MOLTO LEGATA

Carla: il parco del posto in cui lavoro

Agnese: Testaccio, il quartiere in cui sono cresciuta.


BEVANDA ALCOLICA PREFERITA:

Carla: non bevo

Agnese: Vino rosso e superalcolici


GIORNO E NOTTE

Carla: giorno

Agnese: notte


FAI UN SORRISO

Carla accenna un timido sorriso

Agnese scoppia in una risata


SALUTA L'ALTRA

Carla: Riguardati

Agnese: Anche tu



SINOSSI: 

Umberto, un quarantenne frustrato con molte ossessioni, è convinto che la sua vita stia per cambiare in meglio con l'arrivo di una promozione. ma la mattina in cui si reca al lavoro per  l'agognato riconoscimento è costretto a incassare una cocente delusione. Da quel momento in poi il veleno che ha covato per tanto tempo entrerà in circolo, fagocitando tutte le persone che orbitano intorno alla sua esistenza.
Giulia è una dodicenne ricca di fantasia e con una grande passione per il nuoto.  La sua sensibilità la porta a vedere oltre la realtà di tutti i giorni ed ad oltrepassare quella sottile linea di demarcazione che separa il mondo razionale dalla dimensione onirica.
A mettere Giulia in contatto con tale universo è la costanza presenza di gatti, unici esseri capaci di sondare la profondità dell'inconscio.





















Alla prossima!!!



























Commenti

Post popolari in questo blog

GIANLUCA GIUSTI: NON SONO FERMO, MI MUOVO. MONTECATINI TERME UNA STORIA NELLA STORIA

LUCCA COMICS, GIORGIA STAIANO, IL MALE DEGLI AVI

SEGNALAZIONE - JESSICA VERZELLETTI- LUCIFER E I CAVALIERI DELLA LUCE.