DODICI PORTE - Daisy Franchetto -

Recensione: Diana Mistera

Inizio questa recensione dicendo che questo libro è fra le mie letture preferite del 2015.
Ci ho impiegato più del dovuto a leggerlo, un po' per mancanza di tempo un po' perché non era un libro che volevo leggere alla leggera. Quindi nel momento in cui mi immergevo nelle pagine volevo farlo in modo totale.
Come già si legge dalla sinossi è una lunga fiaba che si snoda in dodici passaggi simboleggiati da dodici porte che si trovano all'interno di una casa particolare, abitata dal una misteriosa donna accompagnata da un gatto assorbi pensieri e da una creatura magica con una voce bellissima. La storia inizia con una terribile violenza sulla protagonista. Un trauma che cercherà di superare con l'aiuto della famiglia, ma quando si troverà faccia a faccia con il suo carnefice,Lunar capirà che non può farcela da sola ed andrà alla casa in cerca di aiuto.
La guarigione di Lunar avverrà attraverso le prove che si nascondono dietro a queste dodici porte.
Amo la psicologia, soprattutto quella Junghiana, quindi quando ho incontrato la casa, ho subito pensato ai sogni che spesso ho di una casa e che so simboleggiare la mia psiche, la mia persona, quindi ho letto questo libro in chiave psicologica e mi complimento con l'autrice perché ha fatto un buonissimo lavoro.

Andando avanti con la lettura, il secondo simbolismo che mi ha colpito in questo libro è stato quello della Loba. Anni fa avevo letto Donne che corrono con i Lupi di Clarissa Pinkola Estés e quindi la simbologia della Loba, l'ho incontrata per la prima volta in quel contesto ed ho notato con piacere che l'autrice aveva letto questo libro e che ne era stata colpita come lo sono stata io. La Loba infatti è il Lupo. La Lupa in questo caso, che simboleggia la psiche della donna, la parte selvaggia della donna la parte più naturale istintiva ed ancestrale, quella della sopravvivenza ed allo stesso tempo la guida attraverso le difficoltà. Infatti, è sempre la Loba a condurre davanti ad ogni porta Lunar ed a spiegarle la sua missione. Dietro a queste dodici porte, vivono delle creature magiche. Ed è in questo contesto che incontriamo la struttura fiabesca della trama.
Incontriamo rane e topi parlanti, salamandre, foletti, elfi, e tutte le creature magiche che conosciamo dai classici. Non sono riuscita a fare a meno di pensare a Il Gatto dello Cheshire, di Alice nel paese delle Meraviglie, nel momento in cui al cammino di Lunar si unirà il Gatto assorbi pensieri Sigfrido, che la guiderà nella missione più importante: salvare la regina Astarta.
Così come Alma mi ha ricordato il Brucaliffo, sempre di Alice nel Paese delle Meraviglie, che rimane comunque uno dei miei libri preferiti.

L'autrice è riuscita ad amalgamare in questi personaggi tutti gli stadi del diventare adulto e lo ha fatto partendo da un trauma. Persino la struttura dei cattivi è sorprendente e piena di sorprese.
Ho amato questa lettura. Ho amato la simbologia e ammiro l'immaginazione e la creatività di Daisy Franchetto, perché non è un impresa facile riuscire ad amalgamare queste cose senza fare degli scivoloni che potrebbero far storcere il naso a chi come me, ha letto il libro anche da un punto di vista psicologico e non solo come un fantasy. L'autrice questi scivoloni non li ha avuti.
La scrittura non manca di piccoli errori di battitura, che comunque non intaccano la lettura che scorre in modo molto armonico, con descrizioni dettagliate che fanno si che il lettore veda quello che sta leggendo, ed io amo sempre questo effetto nei libri, perché, secondo me, se si riesce a vedere le immagini create dall'uso delle parole, vuol dire che il libro è scritto bene.
Ogni personaggio si incastra bene nel contesto della storia e nulla sembra essere stato messo li per forza. Ogni personaggio entra nella storia nel momento in cui deve entrare e non mancano le sorprese. Il finale aperto lascia presagire un seguito.






LINK ACQUISTO





























Commenti

Post popolari in questo blog

GIANLUCA GIUSTI: NON SONO FERMO, MI MUOVO. MONTECATINI TERME UNA STORIA NELLA STORIA

SEGNALAZIONE - JESSICA VERZELLETTI- LUCIFER E I CAVALIERI DELLA LUCE.

LUCCA COMICS, GIORGIA STAIANO, IL MALE DEGLI AVI