CHIMERA

Stesa su lenzuola di lino
guardo l'ombra accanto a me
ancora ubriaca di te.
Socchiudo gli occhi
per catturare sulla mia pelle l'illusione di te.
Tu accetti sempre  il mio invito
il mio tacito desiderio.
Penetri la mia anima
sanguinando sogni
per poi lasciarmi ansimante
a baciare il vuoto.
Ricordi, come schegge di vetro
si insinuano nel cuore.
Quando  l'alba saluta il nuovo giorno
ti devo lasciare andare
ma,
rimango indietro aspettando la notte.

© Diana Mistera 14.5.2015




.
















Commenti

Post popolari in questo blog

GIANLUCA GIUSTI: NON SONO FERMO, MI MUOVO. MONTECATINI TERME UNA STORIA NELLA STORIA

LUCCA COMICS, GIORGIA STAIANO, IL MALE DEGLI AVI

SEGNALAZIONE - JESSICA VERZELLETTI- LUCIFER E I CAVALIERI DELLA LUCE.