VERDETTO INGRATO

Che consolazione ha il cuore
se tu cieco
non vedi lo sguardo
di colei che da lontano ti ama
nel silenzio
e pesino senza voce
al tuo orecchio sordo.
È il destino mi hanno detto
eppure ci deve pur essere una giustizia
per coloro
che son stati condannati dal fato
all'invisibilitá muta
ed a sanguinare eternamente
nell'agonia del ricordo
di un attimo sfuggito.


© Diana Mistera 20-12.2013





Commenti

Post popolari in questo blog

GIANLUCA GIUSTI: NON SONO FERMO, MI MUOVO. MONTECATINI TERME UNA STORIA NELLA STORIA

LUCCA COMICS, GIORGIA STAIANO, IL MALE DEGLI AVI

SEGNALAZIONE - JESSICA VERZELLETTI- LUCIFER E I CAVALIERI DELLA LUCE.